Punto 3 Prodotti riciclati

Ora guardiamo un video sul riciclo in un’azienda chiamata Repreve.

Riciclo su larga scala? E perché?

L’azienda Repreve svela interessanti dettagli sul tema.

Dopo aver guardato il video,

  • Prenditi un momento per rifletterci. Pensa a come applicare questa pratica di riciclo a differenti prodotti.
  • Cerca online 5 esempi di aziende che applicano il riciclo per creare nuovi diversi prodotti coma fa Reprieve (trasformando bottiglie di plastica in vestiti).
  • Cerca online 5 esempi di aziende che usano il riciclo per ricreare lo stesso tipo di prodotto (ad esempio lattine di alluminio usate trasformate in nuove lattine di alluminio).

Fondamentalmente, ci sono due diverse tipologie di riciclo, una dele quali implica la produzione di una certa quantità di rifiuti (rimane cioè “aperta”) 

  1. Riciclo a ciclo aperto: come nel caso di Repreve, in quanto l’azienda ricicla un prodotto trasformandolo in un prodotto differente. Tuttavia, quando una giacca fabbricata a partire da bottiglie di plastica arriva a sua volta a fine vita, non può essere nuovamente riciclata (ma solo riutilizzata); pertanto ci si limita a posticipare il momento in cui la plastica che costituiva le bottiglie diventerà un rifiuto.
  2. Riciclo a ciclo chiuso: in questo caso, un prodotto viene riciclato dando vita a un prodotto dello stesso tipo. Ad esempio, le lattine di alluminio possono essere riciclate, riempite con un nuovo contenuto, utilizzate e poi riciclate di nuovo. Il ciclo può ripetersi all’infinito, senza produrre alcun rifiuto.

Potresti pensare che il secondo tipo di riciclo sia migliore perché non produce alcun rifiuto; tuttavia, date le differenti proprietà dei materiali, come abbiamo visto nella prima unità, tieni a mente che non tutti i materiali sono adatti a un riciclo a ciclo chiuso. Molti tipi di plastica, carta e cartone possono essere riciclati una sola volta mentre l’alluminio, il vetro e altri tipi di plastica possono essere riciclati molte volte. Pertanto, sebbene il riciclo a ciclo aperto possa sembrare una seconda scelta, esso dà comunque un contributo consentendo di utilizzare un prodotto più di una volta e riducendo con ciò il consumo di risorse naturali. Spesso non tutto è ovvio come sembra: occorre approfondire prima di trarre delle conclusioni.

Aziende che operano nel settore del riciclo possono giocare un ruolo chiave in un’economia circolare; esse offrono ad altre aziende un’alternativa al prelievo di materie prime dall’ambiente naturale, proponendosi come fornitori di materiale riciclato che potrà essere acquistato ed utilizzato per produrre nuovi oggetti.